Il Bunker della Base Nato


E' stata una base Nato attiva tra il 1955 e il 1998, situata in un bunker in un bunker a 70 metri sotto terra.

Era la sede del 1° ROC (Regional Operation Center).


In caso di scoppio delle ostilità con il Patto di Varsavia, il 1° ROC si sarebbe trasformato nel comando della 5 ATAF (Allied Tactical Air Force) e sarebbe passato sotto il controllo di AIRSOUTH, il comando della forze aeree del sud della NATO, rispondendo al comando di West Star.


Situata in un sistema di gallerie scavate nel ventre di un monte, era considerata uno dei siti essenziali della difesa italiana ed alleata, un vero e proprio nodo nevralgico della comunicazione inserito nel sistema NADGE (Nato Air Defence Ground Environment).

Tale base controllava tutto il traffico aereo militare e commerciale fino a Roma.


È stata costruita negli anni '50 con fondi messi a disposizione dall'Italia e dagli Stati Uniti d'America, nell'area dove era già presente il 1° DAT (Difesa Aerea Territoriale).